TennisForum.com - View Single Post - Media zone

Thread: Media zone
View Single Post

Old Mar 11th, 2014, 08:40 PM   #539
country flag Hampon
Junior Member
 
Join Date: Mar 2014
Posts: 1
Hampon is an unknown quantity at this point
Re: Media zone

Quote:
Originally Posted by marinaRU View Post
Brindisino dell'anno: Flavia Pennetta
Flavia Pennetta è il personaggio dell’anno. Anche il sondaggio online di TB l’ha vista
primeggiare. Per dire qualcosa di speciale di lei, che non fosse già stato detto o scritto,
ci siamo rivolti a chi la conosce meglio di chiunque altro. Sua madre.


Flavia è la gioia di vivere. È la classica persona che vede sempre il lato migliore delle cose e non indietreggia mai davanti a una difficoltà. Da piccola…, ma proprio piccola, aveva come suo unico avversario il muro di cinta della nostra casa, contro cui passava le ore a palleggiare con la racchetta di mamma e papà, prima, e poi finalmente con una racchetta adatta a lei, e sempre con una sola pallina…


E così, ogni volta che trovava un muro disponibile a subire le sue ”ire”, si dimenticava di tutti e di tutto.
La decisione di andare a Roma al centro federale è stata presa con molta calma, insieme a tutta la famiglia e solo quando siamo stati sicuri che fosse stata pronta e che avrebbe avuto a che fare con persone di sani principi, prima che con dei buoni tecnici.


In tutti questi anni di crescita personale e tecnica ha imparato a confrontarsi con il mondo intero, ma soprattutto ha imparato a conoscersi e ad apprezzarsi. Ora sa esattamente quanto vale e dove può arrivare solo con la costanza nel lavoro e con una attenta gestione del suo fisico.
La vittoria della Fed Cup quest’anno è stata la ciliegina sulla torta, il modo più giusto, per lei, di concludere un anno fantastico…


È stato un successo che ha un sapore intenso perché sai che te lo sei meritato tutto, e che, soprattutto, ti dà l’energia per rimetterti a lavorare e organizzare un nuovo anno più intenso di quello appena concluso e che richiederà conferme importanti.


Dove può arrivare non lo sappiamo, come non lo sapevamo quando è uscita da casa a quindici anni.
Dire che siamo contenti, soddisfatti, orgogliosi, felici per lei, sarebbe semplificare troppo quello che proviamo ogni qualvolta la vediamo tornare a casa, pochissime per la verità, ma la soddisfazione più grande è sapere che mai e poi mai potrebbe fare a meno della sua famiglia, di sua sorella, dei suoi amici di infanzia con i quali è sempre pronta a condividere le sue gioie ma anche le sue ansie.
Oggi lei ha una nuova responsabilità, diventando la più forte tennista italiana di tutti i tempi (ancora non ci crediamo!), è portata ad esempio per tanti giovani che si affacciano sui campi da tennis ed è simpatico il modo in cui sta entrando nelle case di tanti italiani che forse fino a ieri non conoscevano altro sport che il calcio.


Lei sa stare al gioco, per il momento si diverte ma un domani questa sua capacità di proporsi potrebbe tramutarsi in una nuova professione, perché no?, anche se credo che non uscirà mai definitivamente dall’ambiente del tennis.
Per ultimo lasciatemi dire che la parola “emigrante” non ha sempre un significato negativo. Emigrante è anche colui che non si accontenta di quello che ha a disposizione, emigrare vuol dire mettersi alla prova, vuol dire crescere, imparare, fare esperienze nuove e imprevedibili. Vuol dire rafforzare il proprio carattere, sforzarsi di mettere fuori tutte quelle qualità che spesso non sappiamo neanche di avere; poi sta ad ognuno di noi ottimizzare per il meglio il nostro bagaglio di esperienze, che fa di ciascuno quello che uno è.
Ho sempre pensato che il mestiere del genitore non te lo insegna nessuno, è un crescendo di situazioni e di sentimenti che accompagnano genitore e figlio in un percorso abbastanza... vogliamo dire impegnativo? E spesso l’uno impara dall’altro.


Anche io e mio marito Oronzo abbiamo imparato tanto dalle nostre figlie, Flavia in particolare ci ha dato una bella lezione di vita, e non possiamo altro che augurarle di avere un giorno una figlia come lei.

(TB ringrazia la signora Concita,
Oronzo e Giorgia Pennetta
per la collaborazione e per le foto di Flavia)
Sono stupito il fiele a queste persone dando 8cents per quello che si produce e poi si ricarica 50 centesimi in più per la stessa. Stiamo salvando loro del denaro, mantenendo l'utilizzo di picco verso il basso. Ci sono oltre un milione di famiglie ora che generano energia in tutto il paese.
Hampon is offline View My Blog!   Reply With Quote